Parole del dialetto vogherese


Si tratta di un elenco di parole del dialetto vogherese (per chi non lo sapesse Voghera Ŕ una cittÓ nella provincia di Pavia nella quale sono nato) raccolte da Mario Taverna, zio di mia moglie.
Lo zio Mario mi aveva mandato una prefazione al suo lavoro che riporto qui sotto.

"Ti mando un elenco di parole del dialetto vogherese, la maggior parte delle quali con radice diversa dal termine italiano dello stesso significato. Parole che, di uso comune ancora 40-50 anni fa, stanno scomparendo e saranno completamente dimenticate nel giro di una generazione.
Per la loro compilazione sarei potuto ricorrere al dizionario vogherese-italiano del Maragliano, ma ho preferito affidarmi ai miei ricordi di ragazzo in Valle Staffora. Da qui tutta una serie di errori e di approssimazioni: la prima è senz'altro rappresentata dalla grafia, tutta dilettantesca, delle parole, certamente non consona ai canoni di chi fa il filologo per mestiere. La seconda è derivata dal fatto che essendo i miei genitori originari della Lomellina, qualche parola potrebbe non appartenere al dialetto vogherese, ma al dialetto di quella regione. Sono certo che mi vorrai scusare sia una che l'altra."

Allo zio Mario va il mio sincero apprezzamento per questo lavoro di "conservazione" delle tradizioni che mi fa piacere condividere con chiunque visiti queste pagine. Ho il dispiacere di non avergli potuto mostrare il risultato di questo lavoro di pubblicazione su internet che gli avevo pre-annunciato.

P.S. Mi farebbe piacere inserire un file audio con la pronuncia delle singole parole e ho già predisposto le pagine in tal senso. Chiunque volesse fornire il suo contributo può contattarmi.

PRIMA PUBBLICAZIONE: Novembre 2007
ULTIMO AGGIORNAMENTO: 12 Settembre 2010


La parola in evidenza

boufalibròn, sos mas
persona ostentatamente dotta, usa a sfogliare libri soffiando tra le pagine


Suggerimenti e commenti sono benvenuti.
Mail a: ettore.galasso@fastwebnet.it

AB - CDE - FGH - IL - MN - OPQ - RS - TUVZ

ambaradàm, sos mas
rumore, confusione, clamore
l'a fat un'ambaradam: ha fatto grande clamore, suscitato confusione, dal nome di una delle Ambe dell'Etiopia che le cronache degli anni '30 descrivevano come luoghi di epiche battaglie
amòl, sos mas
bagnato, l'atto di mettere qualcosa nell'acqua
amseau, sos mas
amo da pesca, dal latino hamus
amsunà, v. intr.
spigolare, dal latino messis
arbanèla, sos fem
vaso in vetro usato nelle drogherie per contenere i dolciumi
arbiòn, sos mas usato solo al plurale
piselli, dal latino arbor
arbourent, sos mas
prezzemolo
armèla, sos fem
nocciolo di frutto
armuàr, sos mas
armadio a specchi, dal francese armoir
armòl, sos mas
lo sciogliersi delle nevi
arsadura, arsdura, sos fem
padrona di casa
arzintà, v. tr.
risciacquare
arzintà'i'pan, risciacquare il bucato
asè, avv
abbastanza, a sufficienza
sa soe se 'a sà l'è asè, che ne so io se, il sale è abbastanza
avjòe, sos mas
pungolo, bastone appuntito usato per pungolare i buoi, da avja, l'ape che punge

babi, sos mas
rospo
es al piÓn di babi: essere terra a terra

bac, sos mas
robusto bastone nodoso, dal latino baculum
bacà, sos fem
duro colpo, contrattempo, avversità
l'a ciapà 'na bacà
: ha preso un duro colpo
bacajà, v. intr.
parlare sguaiatamente, senza senso
bagnèt, sos mas
intingolo
balabiùt, sos mas
persona inaffidabile; composto con l'aggettivo biùt: nudo
balengo, sos mas
persona poco credibile
barbìis, sos mas pl
baffi
bastarnà, sos fem in genere usato solo al plurale i bastarnà
le caldarroste; da notare come nel dialetto vogherese, e in genere in quelli dell'Italia settentrionale, non esista il plurale femminile: la dona, i don
bièla, sos fem
zuppiera
boufà, v. intr.
soffiare
bourdèl, sos fem
rumore, confusione, ma anche grane quantità, un bourdèl 'd roba: un sacco di cose
bourlà, v. intr.
cadere
bric, sos mas
collinetta, dal germanico brach, dirupo, luogo scosceso
bouseca, sos fem (da pronunciarsi con la esse dolce)
trippa
bugieau, sos mas
secchiello con cui il garzone muratore, al mistrein, portava la calce al maestro
bzia, sos fem
ortica; usato solo al plurale, i bzii, le ortiche
... l'elenco non è completo, a presto per altre parole....