Parole del dialetto vogherese

La parola in evidenza

caminant, sos mas
persone senza dimora, indipendenti e con sentimenti anarchici, che giravano per la campagna offrendo i propri servigi ai contadini. Si può trovare una loro descrizione nel romanzo La chimera di Sebastiano Vassalli (Einaudi 1990)


Suggerimenti e commenti sono benvenuti.
Mail a: ettore.galasso@fastwebnet.it

AB - CDE - FGH - IL - MN - OPQ - RS - TUVZ

cabarè, sos mas
vassoio
'n cararè 'd dulci: un vassoio di paste

calà, sos fem
spartineve, dal greco xalao, diminuire.
Indicava anche l'azione di spalare la neve: f la cal

càmoula, sos fem
verme, tarma, tarlo
da cui l'aggettivo camoulà: oggetto, in genere un tessuto, guastato dai parassiti o dalle tarme; si usava anche di chi aveva la pelle del viso guastata dall'acne giovanile
canòn, sos mas
canna fumaria della stufa, al canòn d'la stiva
cantabrona, sos fem
sifone per travasare il vino
cadrega, sos fem
sedia
ndr: questa parola assurta a fama nazionale grazia al famoso sketch "l'inganno della cadrega" di Aldo, Giovanni e Giacomo

campagnon, sos mas
guardie comunali, poi vigili urbani, oggi polizia municipale. Vennero istituiti nell'800 per fare la guardia ai raccolti e alla frutta nelle campagne

campè, sos mas
persona che nelle campagne regolava sapientemente il flusso delle acque nelle rogge e nei ruscelli, aggiustando con la vanga il livello degli argini e manovrando chiuse e sifoni. Veniva anche chiamato campè d'aqua
cantòn, sos mas
angolo, dal greco kampto, angolo
caragnà, v. intr.
piangere dei bambini

cargà, v. tr.
caricare
l' mej cargl che limpil, meglio caricarlo che riempirlo, di persona che riesce a mangiare pi di quanto riesce a portare

catà, v. tr.
cogliere, sopratutto la frutta; anche nella forma catà sou: raccogliere
cavagna, sos fem
cesta, dallo spagnolo cabo, cavo intrecciato
ciabòt, sos mas
grossa pietra
ciapà, v. tr.
prendere; anche nella forma ciapà sou: prendere una iniziativa, decidersi
ciaplena, sos fem
sasso piatto; al plurale ciaple(i)n
cimpà, v. tr.
bere abbondantemente
cirimèla, sos fem
oggetto di legno della lunghezza di circa 10-15 cm e con le due estremità acuminate; colpita da un corto bastone, il bac, la cirimela veniva usata dai ragazzi in un gioco da cortile con regole simili a quelle del baseball americano
dabòn, avv
davvero, veramente
dà datrà, v intr
prestare ascolto; dam datrà: ascoltami
daquà, v tr
innaffiare
dislinguà, v intr
sciogliersi
droucà, v intr
cadere
... l'elenco non è completo, a presto per altre parole....